Attualità: misure di polizia per la lotta alla criminalità (MPT)

Il terrorismo di matrice jihadista è una realtà che interessa anche la Svizzera. La polizia ha bisogno di strumenti supplementari per la gestione di persone che costituiscono una potenziale minaccia terroristica (di seguito potenziali terroristi). L’obiettivo delle nuove misure di polizia previste è di proteggere la popolazione da questi potenziali terroristi.

Pacchetti di misure complementari

La Strategia della Svizzera per la lotta al terrorismo, adottata dal Consiglio federale nel 2015, parla chiaro: per raggiungere gli obiettivi principali (prevenire attentati terroristici sul territorio nazionale; impedire l’esportazione del terrorismo e il sostegno ad atti terroristici dal territorio nazionale) servono misure che tengano conto della complessità del processo di radicalizzazione. A tal fine occorre considerare tutte le fasi di radicalizzazione di una persona, dalla fase iniziale a un eventuale procedimento penale, compresa l’esecuzione della pena, fino alla reintegrazione della persona nella società.

Il Piano d’azione nazionale per prevenire e combattere la radicalizzazione e l’estremismo violento (PAN) è stato adottato a fine novembre 2017 e contempla provvedimenti di prevenzione e reintegrazione. La revisione parziale del Codice penale (CP), decisa dal Consiglio federale il 14 settembre 2018, si prefigge inoltre di potenziare il dispositivo penale contro il terrorismo. Le legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT) costituisce quindi il terzo progetto di ampia portata in tale ambito. Si ricollega agli altri progetti e rafforza in modo mirato il dispositivo messo in atto dalla Svizzera per contrastare il terrorismo.

Prima, dopo o a complemento di un procedimento penale

Le nuove misure di polizia possono essere adottate prima di un procedimento penale, dopo l’esecuzione della pena e, a seconda delle circostanze, anche durante un procedimento penale.

Fasi della radicalizzazione

Gestione delle minacce caso per caso

Le misure di polizia sono pronunciate (in via sussidiaria) da fedpol su richiesta dei Cantoni e integrano (in via complementare) le misure preventive dei Cantoni, dei Comuni e del PAN. Le autorità cantonali orientano le nuove misure in modo specifico alla minaccia e agli obiettivi perseguiti nel caso individuale (principio di proporzionalità).

Link

Ultima modifica 29.06.2020

Inizio pagina