Violenza in occasione di manifestazioni sportive

Tifosi accendono pezzi pirotecnici durante una partita di calcio
Tifosi accendono pezzi pirotecnici durante una partita di calcio. (Foto: Keystone/Ennio Leanza)

Lo sport è un’attività del tempo libero molto popolare. Anche in Svizzera, durante il fine settimana, migliaia di persone di tutte le fasce d’età assistono a incontri di calcio e di hockey su ghiaccio o a manifestazioni di altre discipline sportive, oppure si incontrano in ristoranti, bar o piazze pubbliche in cui vengono trasmessi gli incontri. Anche gli eventi sportivi internazionali, quali ad esempio i campionati mondiali ed europei di calcio, attirano migliaia di tifosi nei luoghi in cui si disputano gli incontri.

Purtroppo le manifestazioni sportive possono anche trasformarsi in teatro di eventi meno piacevoli: risse tra tifosi violenti, sostenitori violenti che aggrediscono il personale dei servizi di sicurezza privati e le forze dell’ordine o utilizzano impropriamente petardi e pezzi pirotecnici.

La Svizzera compie notevoli sforzi per prevenire simili atti di violenza in occasione di manifestazioni sportive. Per tale motivo, la Confederazione e i Cantoni adottano un approccio integrato che risponde anche agli standard internazionali. Le misure adottate sono quindi sia di natura repressiva sia di natura preventiva. In Svizzera le autorità di sicurezza della Confederazione e dei Cantoni, le federazioni e le società sportive, le organizzazioni dei tifosi e le società di trasporto attuano un’intensa collaborazione. Sono infatti numerosi gli attori chiamati a intervenire allo scopo di prevenire la violenza in occasione di manifestazioni sportive.

fedpol gestisce il sistema d’informazione HOOGAN e assicura la cooperazione con i servizi partner all’estero. Inoltre sostiene i Cantoni fornendo informazioni rilevanti su persone inclini alla violenza e adotta provvedimenti concreti ad esempio sotto forma di divieti di recarsi in un Paese determinato.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 08.02.2012