Tavola rotonda concernente la regolamentazione di precursori di esplosivi in Svizzera

La Stazione centrale di Colonia è evacuata in seguito al ritrovamento di un bagaglio abbandonato (Germania, 10 giugno 2003)
La Stazione centrale di Colonia è evacuata in seguito al ritrovamento di un bagaglio abbandonato (Germania, 10 giugno 2003; foto: AP JENS HARTMAN - Keystone)

Il 1° settembre 2016 fedpol ha organizzato una tavola rotonda concernente la regolamentazione di precursori di esplosivi in Svizzera

In tale occasione sono state presentate agli attori coinvolti delle proposte su possibili misure volte a ostacolare in futuro l’uso abusivo di precursori di esplosivi. I riscontri forniti saranno ora integrati in un rapporto destinato al Consiglio federale. Sulla base di tale documento quest’ultimo deciderà in merito all’ulteriore procedura. L’obiettivo di fedpol è quello di trovare di concerto con i settori coinvolti misure realistiche e concrete volte a ridurre i rischi correlati all’uso abusivo di precursori di esplosivi in Svizzera.


Temi

Comunicati , 14.10.2015

Tratta di esseri umani

La tratta di esseri umani è un reato punito in Svizzera dall’articolo 182 del Codice penale. Esso consiste, secondo la definizione adottata a livello internazionale, nel reclutare, offrire, trasferire, procurare, ospitare o accogliere esseri umani con lo scopo di sfruttarli.

Dossier , 16.02.2016

Corruzione

Per corruzione s’intendono gli abusi commessi da persone che rivestono una posizione di fiducia nell’ambito della pubblica amministrazione, della politica, della giustizia nonché all’interno di aziende operanti in Svizzera e all’estero o di organizzazioni senza scopo di lucro (associazioni, fondazioni) al fine di ottenere un indebito vantaggio materiale o immateriale.

Dossier , 16.02.2016

Riciclaggio di denaro

L’Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (MROS) in seno all’Ufficio federale di polizia funge da filtro e da tramite fra gli intermediari finanziari e le autorità di perseguimento penale.

Dossier , 20.05.2016

Cybercrime

Il Servizio nazionale di coordinazione per la lotta contro la criminalità su Internet (SCOCI) è l'ufficio di riferimento per le persone che intendono comunicare la presenza di contenuti sospetti su Internet.