Rapporto annuale di fedpol: un 2016 all’insegna della cooperazione

Illustration: uccelli
Illustrazione: Johanna Schaible

Per l’Ufficio federale di polizia (fedpol), il 2016 è stato un anno segnato dalla lotta al terrorismo. È quanto emerge anche dal suo rapporto annuale pubblicato in data odierna. Gli strumenti a disposizione per contrastare tale fenomeno sono numerosi e nel 2016 sono stati applicati in modo sistematico. Tuttavia, sono state riscontrate diverse lacune che si intende colmare con le pertinenti basi legali attualmente in elaborazione. Al centro dell’azione di fedpol si colloca la cooperazione di polizia a livello nazionale e internazionale, ad oggi vero e proprio strumento chiave nella lotta contro la criminalità. Nel 2016 è pertanto stata rafforzata la rete di addetti di polizia. Infine, un ulteriore dato importante evidenziato durante l’anno in esame è il continuo aumento del numero di comunicazioni pervenute per sospetto riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo. 
 

Temi
Comunicati , 14.10.2015

Tratta di esseri umani

La tratta di esseri umani è un reato punito in Svizzera dall’articolo 182 del Codice penale. Esso consiste, secondo la definizione adottata a livello internazionale, nel reclutare, offrire, trasferire, procurare, ospitare o accogliere esseri umani con lo scopo di sfruttarli.

Dossier , 16.02.2016

Corruzione

Per corruzione s’intendono gli abusi commessi da persone che rivestono una posizione di fiducia nell’ambito della pubblica amministrazione, della politica, della giustizia nonché all’interno di aziende operanti in Svizzera e all’estero o di organizzazioni senza scopo di lucro (associazioni, fondazioni) al fine di ottenere un indebito vantaggio materiale o immateriale.

Dossier , 16.02.2016

Riciclaggio di denaro

L’Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (MROS) in seno all’Ufficio federale di polizia funge da filtro e da tramite fra gli intermediari finanziari e le autorità di perseguimento penale.

Dossier , 20.05.2016

Cybercrime

Il Servizio nazionale di coordinazione per la lotta contro la criminalità su Internet (SCOCI) è l'ufficio di riferimento per le persone che intendono comunicare la presenza di contenuti sospetti su Internet.