Entrata in funzione del nuovo Sistema d’informazione Schengen SIS

Berna, 09.03.2023 - Il Sistema d’informazione Schengen SIS è uno strumento di ricerca indispensabile per le autorità di sicurezza dello spazio Schengen. Il 7 marzo in tutti gli Stati Schengen è entrato in funzione il nuovo SIS che garantisce tra le altre cose uno scambio d’informazioni più rapido, una migliore protezione delle vittime e maggiori informazioni sui divieti d’entrata e sulle decisioni di allontanamento.

Il SIS è uno strumento indispensabile per lo scambio d'informazioni tra le autorità di polizia, di controllo alle frontiere e di migrazione nello spazio Schengen. Oltre a segnalazioni di criminali ricercati per l'arresto, il SIS contiene anche informazioni su persone scomparse od oggetto di un divieto d'entrata nonché segnalazioni di oggetti rubati o smarriti (p. es. veicoli, documenti d'identità o armi). In Svizzera, il SIS è consultato migliaia di volte al giorno sia alle frontiere esterne di Schengen, vale a dire negli aeroporti, sia durante i controlli sul territorio nazionale. In media si registra un riscontro positivo ogni 30 minuti. Il SIS permette anche di individuare persone ricercate dalla polizia al momento del loro ingresso in Svizzera. Per rispondere alle sfide attuali in termini di sicurezza interna e migrazione, il sistema di ricerca centrale è stato sviluppato ulteriormente e perfezionato.

Novità

Di seguito sono riportate le principali novità del nuovo SIS.

  • Scambio d'informazioni più rapido: l'autorità che ha effettuato una segnalazione nel SIS deve ora rispondere alle richieste di informazioni supplementari entro una scadenza di 12 ore.
  • Migliore protezione delle vittime: è ora possibile effettuare nel SIS una segnalazione preventiva delle persone particolarmente vulnerabili. D'intesa con l'autorità di protezione dei minori e degli adulti, è ad esempio possibile segnalare preventivamente i minori a rischio di sottrazione da parte di uno dei genitori in seguito a un conflitto familiare.
  • Informazioni sui divieti d'entrata: tutti i divieti d'entrata pronunciati per motivi legati alla sicurezza o alla migrazione vanno ora segnalati nel SIS.
  • Informazioni sulle decisioni di allontanamento: le autorità di migrazione- in Svizzera la Segreteria di Stato della migrazione e le autorità di migrazione cantonali- devono ora segnalare nel SIS le decisioni di allontanamento pronunciate e il termine ultimo entro il quale la persona deve lasciare lo spazio Schengen. Se quest'ultima non parte entro il termine impartitole, le autorità competenti di tutti gli Stati membri possono consultare la relativa segnalazione nel SIS e procedere all'espulsione della persona dallo spazio Schengen in caso di controllo.

I miglioramenti apportati fanno parte dello sviluppo dell'acquis di Schengen, motivo per cui anche la Svizzera, in quanto Stato associato a Schengen, è tenuta a recepirli. Le nuove disposizioni di legge e di ordinanza concernenti questo sviluppo del SIS sono entrate in vigore il 22 novembre 2022. Il sistema aggiornato è ora operativo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di polizia fedpol, T +41 58 463 13 10, media@fedpol.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale di polizia
http://www.fedpol.admin.ch/fedpol/it/home.html

Ultima modifica 10.06.2024

Inizio pagina

https://www.ejpd.admin.ch/content/fedpol/it/home/aktuell/mm.msg-id-93601.html