Il Consiglio federale pone in consultazione la legge sui dati dei passeggeri aerei

Berna, 13.04.2022 - L’utilizzo dei dati dei passeggeri aerei rappresenta già oggi per oltre 60 Paesi uno strumento efficace per combattere il terrorismo ed altre forme gravi di criminalità. Anche la Svizzera deve poter utilizzare tali dati in futuro. Nella seduta del 13 aprile 2022 il Consiglio federale ha avviato pertanto la procedura di consultazione relativa alla legge sui dati dei passeggeri aerei (LDPA).

La Svizzera è un importante punto di snodo per il traffico aereo internazionale. Prima della pandemia, il Paese registrava oltre 58 milioni di passeggeri aerei all'anno. Al momento della prenotazione di un volo, le compagnie aeree raccolgono, anche in Svizzera, le informazioni relative al singolo passeggero all'interno di un set di dati (il cosiddetto Passenger Name Record, in breve PNR). Per tutti i voli verso un Paese che utilizza il PNR, le compagnie aeree sono tenute oggi a trasmettere alle autorità locali i dati relativi ai loro passeggeri.

Le compagnie aeree che operano voli dalla Svizzera verso l'UE, gli USA o il Canada devono fornire tali dati alle autorità dei rispettivi Paesi. A livello mondiale sono 62 Paesi, tra cui gli Stati membri dell'UE, ad aver creato unità preposte alla valutazione di questi dati per combattere le forme gravi di criminalità e il terrorismo. La Svizzera, dal canto suo, non può utilizzare attualmente i dati PNR perché non dispone di una pertinente base giuridica. Vi è pertanto il rischio che persone che costituiscono una minaccia per la sicurezza pubblica possano entrare indisturbatamente in Svizzera e nello spazio Schengen.

In futuro anche la Svizzera deve poter utilizzare questi dati PNR. A tal fine è necessaria una base legale. Il Consiglio federale ha pertanto posto in consultazione la legge federale sul trattamento dei dati dei passeggeri aerei per la lotta ai reati terroristici e ad altri reati gravi (LDPA).

Rafforzamento della sicurezza in Svizzera

I dati PNR permettono di identificare terroristi o persone che abbiano commesso un altro reato grave, prima della partenza del loro volo o della loro entrata in Svizzera. La polizia ha in questo modo la possibilità di adottare tempestivamente le necessarie misure. Grazie ai dati PNR è possibile ottenere, nell'ambito di un'indagine di polizia, informazioni utili sugli spostamenti della persona in questione e riconoscere degli schemi. Ciò consente di risalire a organizzazioni e reti criminali nonché di individuare potenziali vittime della tratta di esseri umani.

L'utilizzo del PNR costituisce un obbligo internazionale: il Consiglio di sicurezza dell'ONU esorta la comunità internazionale, sulla base di tre risoluzioni, a istituire sistemi PNR nazionali. Tali risoluzioni hanno carattere vincolante anche per la Svizzera. L'adozione di questo strumento rappresenta inoltre un requisito per la permanenza della Svizzera nel Visa Waiver Program (VWP) degli USA, un programma che consente ai cittadini svizzeri di recarsi negli Stati Uniti per turismo o per affari senza visto.

Dati PNR e protezione dei dati

I dati PNR comprendono indicazioni quali nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, di carta di credito o di PayPal. La LDPA disciplina i compiti e l'organizzazione dell'unità nazionale per il trattamento dei dati dei passeggeri aerei (UIP), collocata in seno all'Ufficio federale di polizia (fedpol). L'organico dell'UIP è composto di personale della Confederazione e di personale distaccato dai Cantoni. L'UIP tratta i dati dei passeggeri aerei ricevuti dalla Svizzera o dall'estero e trasmette i risultati del loro trattamento alle autorità competenti.

La protezione dei dati e i diritti della personalità dei passeggeri aerei sono garantiti: solo il personale dell'UIP è autorizzato ad accedere ai dati dei passeggeri aerei per l'adempimento dei propri compiti. I dati sensibili (p. es. le convinzioni religiose desumibili dalla prenotazione di un pasto specifico) non fanno parte del set di dati PNR trasmesso. I dati dei passeggeri aerei sono pseudonimizzati automaticamente dopo sei mesi. I dati identificativi non sono quindi più visualizzati, rendendo impossibile risalire all'identità di una persona. La pseudonimizzazione può essere revocata unicamente in caso di sospetto concreto e con l'approvazione del Tribunale amministrativo federale. Dopo cinque anni i dati PNR sono cancellati completamente. Ogni persona può chiedere a fedpol informazioni in merito a un eventuale trattamento dei suoi dati da parte dell'UIP.

La procedura di consultazione si concluderà il 31 luglio 2022.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di polizia, fedpol, T +41 58 463 13 10, media@fedpol.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di polizia
http://www.fedpol.admin.ch/fedpol/it/home.html

Ultima modifica 17.12.2021

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.fedpol.admin.ch/content/fedpol/it/home/aktuell/mm.msg-id-88003.html