Iniziativa popolare "Per imprese responsabili"

Di che cosa si tratta?

Il 29 novembre 2020 l’iniziativa popolare "Per imprese responsabili – a tutela dell’essere umano e dell’ambiente" è stata respinta alle urne. Entra pertanto in gioco il controprogetto indiretto del Parlamento, che rinuncia in particolare a una disposizione aggiuntiva sulla responsabilità prevista dall’iniziativa. Il Consiglio federale ha ora deciso di porre in vigore le nuove disposizioni del Codice delle obbligazioni (CO) e le pertinenti disposizioni d’esecuzione il 1° gennaio 2022. La Svizzera dispone pertanto di una legislazione coordinata su scala internazionale che si fonda soprattutto sulle norme attualmente applicate nell’UE.

Cos’è stato fatto finora?

  • Il 10 ottobre 2016 l’iniziativa "Per imprese responsabili – a tutela dell’essere umano e dell’ambiente" è depositata corredata di 120 418 firme valide.
  • Il 11 gennaio 2017 il Consiglio federale prende la decisione di principio di proporre al Parlamento di respingere l’iniziativa popolare (comunicato per i media).
  • Il 15 settembre 2017 il Consiglio federale adotta il messaggio concernente l’iniziativa "Per imprese responsabili – a tutela dell’essere umano e dell’ambiente" (comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (17.060)
     
  • Il 14 agosto 2019 il Consiglio federale ha ribadito la sua volontà che le imprese svizzere rendano conto del rispetto dei diritti umani e degli standard di tutela ambientale all’estero (comunicato per i media).
  • Il 18 marzo 2020 il Consiglio federale decide di sospendere i termini di trattamento delle iniziative popolari federali. Ciò vale anche per l’iniziativa popolare "Per imprese responsabili – a tutela dell’essere umano e dell’ambiente" (comunicato per i media).
  • Il 1° luglio 2020 il Consiglio federale fissa al 29 novembre 2020 la data della votazione (comunicato per i media).
  • Il 29 novembre 2020, l'iniziativa popolare "Per imprese responsabili - a tutela dell'essere umano e dell'ambiente" è stata respinta.
  • Il 14 aprile 2021 il Consiglio federale pone in consultazione le disposizioni esecutive relative ai nuovi obblighi di diligenza delle imprese (controprogetto indiretto all’iniziativa popolare (comunicato per i media).
  • Il 14 luglio 2021 si conclude la consultazione sull'ordinanza d'attuazione delle disposizioni di legge per una migliore protezione dell'essere umano e dell'ambiente.
  • Il 3 dicembre 2021 il Consiglio federale prende atto dei risultati della consultazione e decide di porre in vigore le nuove disposizioni del Codice delle obbligazioni e le ordinanze d’esecuzione il 1° gennaio 2022 (comunicato per i media).

Documentazione

Progetto di ordinanza sugli obblighi di diligenza e trasparenza in relazione a minerali e metalli originari di zone di conflitto e al lavoro minorile (ODiT)

Ordinanza sugli obblighi di diligenza e trasparenza in relazione a minerali e metalli originari di zone di conflitto e al lavoro minorile (ODiT)

Comunicati

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Ultima modifica 03.12.2021

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di giustizia
Adrian Tagmann
Bundesrain 20
CH-3003 Berna
T +41 58 463 77 57
F +41 58 462 44 83
Contatto

Stampare contatto

https://www.fedpol.admin.ch/content/bj/it/home/wirtschaft/gesetzgebung/verantwortungsvolle-unternehmen.html