Terrorismo: situazione attuale

Parole chiave: Terrorismo

Fiori in ricordo delle vittime dell’attentato terroristico perpetrato a Manchester nel maggio 2017
Fiori in ricordo delle vittime dell’attentato terroristico perpetrato a Manchester nel maggio 2017 (Foto: Keystone/Andy Rain)

Dall’inizio del 2015 l’Europa è scossa dal terrorismo di matrice jihadista. Gli attentati, perpetrati con pochi mezzi e senza il bisogno di una particolare organizzazione logistica, possono colpire chiunque e ovunque, che si tratti di un ristorante parigino, della parata per le celebrazioni della festa nazionale a Nizza, di un mercatino di Natale a Berlino o di una strada commerciale del centro di Stoccolma.

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) giudica pertanto elevata la minaccia terroristica in Europa e in Svizzera. Infatti, neanche la Svizzera può dirsi al riparo da eventuali attacchi, in quanto parte integrante del sistema di valori occidentali e Paese nel cuore dell’Europa.

Tra le persone potenzialmente inclini a compiere simili atti vi sono i soggetti radicalizzati in Svizzera o i jihadisti di rientro dalle zone di conflitto. Il nostro Paese può inoltre fungere per i jihadisti da base per la preparazione di attentati all’estero o da Paese di transito.

Nonostante le perdite territoriali subite dallo «Stato islamico IS», il terrorismo in Europa non accennerà a diminuire. Vi sono infatti prove della presenza in Europa di intermediari e potenziali attentatori nonché di cellule teleguidate dallo stesso gruppo terroristico. La propaganda dell’IS continua inoltre a fare breccia, in Europa, nei cuori del pubblico cui è destinata.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 04.09.2017