La banca dati CODIS sul DNA

I profili forensi del DNA sono registrati e trattati in maniera centralizzata nella banca dati nazionale CODIS sui profili del DNA (Combined DNA Index System). I relativi requisiti e le condizioni quadro sono sancite dalla legge. Il profilo del DNA è comunicato soltanto al laboratorio di analisi del DNA e al Servizio di coordinazione DNA che gestisce la banca dati. Sono trattati soltanto i profili che soddisfano i requisiti dal punto di vista giuridico e qualitativo. Un sistema di comunicazione allestito appositamente, garantisce un trasferimento sicuro dei dati.

Alla protezione dei diritti individuali è attribuita la massima importanza. Per l’analisi del DNA si utilizzano esclusivamente informazioni ricavate dalle cosiddette sequenze mute del DNA (profili forensi del DNA). Inoltre la banca dati con le informazioni sui profili del DNA è separata dal punto di vista materiale e organizzativo da quella con i dati sulle persone e sui casi. Un collegamento si effettua soltanto in caso di hit. Infine, la legge e le ordinanze sanciscono che i dati devono essere cancellati e le tracce distrutte d’ufficio non appena non sussistono più i motivi per conservarle.

Alla fine del 2018, nella banca dati CODIS erano registrati 193 857 profili di persone e 84 139 tracce rinvenute sul luogo del reato.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 01.04.2019