Semplificazione dei termini di conservazione dei profili del DNA

La Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale ha incaricato il Consiglio federale mediante postulato di valutare il disciplinamento vigente in materia di cancellazione dei profili del DNA dalla banca dati. Nella sua analisi, il Consiglio federale è giunto alla conclusione che l’attuale procedura di cancellazione di profili del DNA è complessa e richiede un notevole onere amministrativo. Il termine di cancellazione dipende dal decorso dell’esecuzione della pena. Se la durata della pena detentiva cambia o in caso di recidiva dell’autore, il termine di cancellazione del suo profilo del DNA dalla banca dati CODIS deve essere adeguato a posteriori. In futuro s’intende semplificare tale procedura: la durata di conservazione di un profilo del DNA nella banca dati sarà definita una sola volta all’interno della pertinente sentenza senza più subire alcuna modifica successiva.

Anche il nuovo disciplinamento si attiene rigorosamente al principio di proporzionalità. È tuttora molto differenziato e poggia su un’accurata ponderazione degli interessi del perseguimento penale e della persona interessata. I profili del DNA sono conservati soltanto finché sono necessari ai fini del perseguimento penale.  


 

Ultima modifica 22.12.2020

Inizio pagina

https://www.fedpol.admin.ch/content/fedpol/it/home/sicherheit/personenidentifikation/dna-profile/aufbewahrungsdauer.html