Piano d’azione nazionale per prevenire e combattere la radicalizzazione e l’estremismo violento: concretizzazione del programma d’incentivazione nazionale − seguito

Parole chiave: Terrorismo

Comunicati, fedpol, 28.02.2020

Nel quadro dell’attuazione del Piano d’azione nazionale (PAN) la Confederazione sostiene, grazie al programma d’incentivazione nazionale, progetti realizzati dai Cantoni, dai Comuni, dalle città e dalla società civile. Un importo di 5 milioni di franchi è destinato a questo scopo su un periodo di cinque anni. I primi progetti, nove in totale, sono stati finanziati nel 2019. Quest’anno 16 progetti potranno beneficiare delle risorse finanziarie stanziate nel quadro del programma d’incentivazione. Le domande di finanziamento per progetti attuati nel 2021 potranno essere presentate a partire dal 1° aprile 2020.

Per cinque anni la Confederazione ha le risorse per sostenere i progetti e i programmi avviati a livello cantonale e comunale, oltre che dalla società civile, e volti a combattere la radicalizzazione e l’estremismo violento. Il Consiglio federale ha approvato il 16 maggio 2018 l’ordinanza necessaria a tal fine. Le risorse finanziarie disponibili nel quadro del programma d’incentivazione nazionale sono servite a sostenere nove progetti nel 2019, attuati sia dalle autorità cantonali e dalle città, sia dalle organizzazioni della società civile.

Progetti approvati in occasione del secondo ciclo di presentazione delle domande

In occasione del secondo ciclo di presentazione delle domande di sostegno finanziario, terminato nel giugno del 2019, numerose domande provenienti da autorità cantonali e comunali, ma anche da organizzazioni della società civile, sono pervenute al Segretariato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza. Le somme richieste hanno ampiamente superato l’importo stanziato di un milione di franchi.

Al termine del processo di definizione delle priorità sono stati selezionati 16 progetti, di cui tre provenienti da città , quattro da Cantoni, sette da organizzazioni della società civile e due da università, scelti secondo i criteri seguenti: la durata del progetto, lo sviluppo o l’evoluzione sostanziali dei progetti o dei programmi esistenti, l’attuazione concreta di una misura del PAN, l’effetto moltiplicatore o il carattere esemplare del progetto e il suo obiettivo (che non è unicamente quello della prevenzione della radicalizzazione religiosa), e infine il rispetto del principio di sussidiarietà. I progetti attuati dalle organizzazioni della società civile devono inoltre essere realizzati in stretta collaborazione con le autorità. 

Presentazione dei progetti nel corso dei prossimi anni

Il programma d’incentivazione nazionale rimarrà in vigore fino all’estate del 2023. Le domande di sostegno finanziario per i progetti predisposti nel 2021 potranno essere depositate presso il Segretariato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza dal 1° aprile al 30 giugno 2020. Le informazioni relative alla presentazione delle domande di sostegno finanziario come pure i documenti richiesti si trovano sul sito web della Rete integrata Svizzera per la sicurezza.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 28.02.2020

Contatto

André Duvillard Rete integrata Svizzera per la sicurezza
T
+41 58 464 21 13
Contatto
Comunicazione fedpol
T
+41 58 463 13 10
Contatto