Programmi informatici speciali di sorveglianza: i costi saranno suddivisi

Comunicati, Il Consiglio federale, 27.02.2019

In occasione della seduta del 27 febbraio 2019, il Consiglio federale ha approvato le modalità di finanziamento per i programmi informatici speciali del tipo "GovWare". Si tratta di programmi ormai indispensabili ai fini del perseguimento penale che permettono di intercettare le comunicazioni cifrate di criminali particolarmente pericolosi. Per ottimizzare le risorse è stata creata una sinergia tra la Confederazione e i Cantoni. La Confederazione assume i costi di investimento, mentre i Cantoni si fanno carico dei costi delle licenze.

La criminalità è lo specchio del mondo in cui viviamo: mobile, digitale e interconnessa. I terroristi e i criminali approfittano inoltre delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Determinate applicazioni permettono loro in particolare di comunicare in maniera cifrata, rendendo inefficaci i metodi classici di osservazione adottati dalla polizia. Affinché la lotta ai criminali possa essere combattuta ad armi pari, la legge permette alle autorità di perseguimento penale di disporre di programmi informatici speciali, noti anche come "GovWare", che consentono di intercettare e leggere le comunicazioni cifrate allo scopo di far luce su reati particolarmente gravi.

Ai fini di una maggiore efficacia, le autorità federali e cantonali sosterranno congiuntamente i costi relativi a questi programmi speciali. La Confederazione si occuperà dell’acquisto e della gestione centralizzata dei programmi, facendosi dunque carico dei costi di investimento. fedpol acquisterà ugualmente le licenze che consentono di utilizzare il programma. Le autorità cantonali che desiderano utilizzare un programma nell’ambito di un procedimento penale possono ottenere di volta in volta, previo pagamento di un emolumento, una licenza che consente di leggere le comunicazioni cifrate di un apparecchio. Questo emolumento è fissato attualmente a 13 750 franchi al mese.

Al termine dei primi due anni di gestione, l’utilizzo delle licenze sarà sottoposto a valutazione. Ogni evoluzione dei prezzi delle licenze può determinare un adeguamento dell’importo degli emolumenti.

Ultima ratio

L’impiego dei "GovWare" è previsto per legge. Si tratta di una misura coercitiva incisiva, rigorosamente disciplinata dal Codice di procedura penale, che deve essere ordinata da un pubblico ministero e autorizzata dal giudice dei provvedimenti coercitivi. Inoltre, è ammessa soltanto per fare chiarezza su reati particolarmente gravi quali omicidi, stupri o il sostegno a un’organizzazione terroristica. Essa può infine essere adottata soltanto come ultima ratio laddove le misure di sorveglianza già attuate non abbiano dato esito positivo oppure laddove la sorveglianza risulterebbe altrimenti vana o eccessivamente difficile. La pertinente ordinanza entrerà in vigore il 1° dicembre 2019.

Info complementari

Documenti

(Questi documenti non sono disponibili in italiano)

Dossier

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 27.02.2019

Contatto

Contatto / informazioni

Comunicazione fedpol
T
+41 58 463 13 10
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina