La brutta sorpresa dei regali di Natale ordinati su Internet

Parole chiave: Cibercriminalità

Informazioni, fedpol, 14.12.2016

Chi acquista online vestiti, accessori, beni di lusso, profumi o articoli sportivi a volte può incorrere in brutte sorprese. Tra prodotti contraffatti e falsi negozi online creati allo scopo di carpire i dati personali degli utenti, la vigilanza è d’obbligo nel periodo prenatalizio. Quindi, ora più che mai, siate vigili e navigate con intelligenza.

Immagine concernente ai siti web fraudolenti nel periodo prenatalizio!
(Foto: Thinkstock)

Belle scarpe di pelle, scarpe sportive all’ultimo grido o maglioni invernali… il sito web in questione promuove numerosi prodotti di grandi marchi. I prezzi sono più convenienti rispetto a quelli chiesti nei negozi affermati, l’offerta risulta quindi molto stuzzicante. Tuttavia, si tratta soltanto di immagini che servono a camuffare una truffa. In realtà il sito non è altro che un falso negozio online e alla fine l’acquirente si troverà a pagare per un prodotto che si rivelerà contraffatto oppure, peggio ancora, che non gli sarà mai recapitato. In tal caso lo scopo dei cibercriminali è di carpire le informazioni personali degli utenti quali la password e i dati della carta di credito.

Truffa difficile da individuare

A prima vista è difficile fiutare l’inganno. La pagina iniziale del negozio online spesso è molto ben fatta sotto il profilo grafico. Gli accessori, le scarpe o i vestiti presentati sono di tendenza e sovente il sito è provvisto di un nome di dominio svizzero (.ch) andando quindi a giocare sulla fiducia del consumatore. Ed è lì la trappola: i cibercriminali cercano in rete siti con domini scaduti per procedere in seguito al loro acquisto. Il vantaggio di tali indirizzi è che garantiscono una certa visibilità poiché restano indicizzati nei motori di ricerca. Inoltre, questi siti fraudolenti sono spesso allocati su server esteri.

4500 siti chiusi da Europol

Di recente, Europol ha lanciato una campagna di prevenzione che fa seguito a un’operazione condotta nei confronti di siti web fraudolenti. Nel corso dell’operazione sono stati chiusi oltre 4500 nomi di dominio perché vendevano prodotti contraffatti. Nella maggior parte dei casi, le vendite online venivano effettuate tramite le reti sociali quali Facebook o Instagram.

Raccolta di dati

I falsi negozi online rappresentano un rischio considerevole visto che permettono ai cibercriminali di raccogliere i dati degli utenti. Per registrarsi e aprire un conto, l’utente deve ad esempio inserire il proprio nome e cognome, l’indirizzo elettronico, l’indirizzo postale, l’età e infine il numero di carta di credito. Una volta ottenuti tali dati, in alcuni casi i cibercriminali tenteranno di rivenderli. Non soltanto l’ordine non verrà mai recapitato al cliente, ma quest’ultimo rischierà anche la diffusione dei suoi dati personali.

Raccomandazioni di fedpol

Per poter distinguere un falso negozio online da uno autentico, consigliamo di esaminare attentamente le pagine del sito web in questione:

  • prestate attenzione ai prezzi dei prodotti e prima di procedere all’ordine chiedetevi se l’offerta non sia forse troppo bella per essere vera;
  • verificate il "Contatto" del sito: il nome dell’azienda, l’indirizzo postale, il numero di telefono, l’indirizzo e-mail;
  • guardate attentamente le immagini dei prodotti offerti. A volte il formato può cambiare da un’immagine all’altra. Anche i loghi contenenti i link a Facebook o PayPal possono essere stati ricopiati male;
  • controllate la presenza di errori ortografici o grammaticali;
  • verificate se esistono termini e condizioni d’acquisto o una politica di restituzione dei prodotti.

Si raccomanda di essere particolarmente prudenti quando il prezzo di un prodotto risulta nettamente inferiore al prezzo di mercato, soprattutto quando si tratta di un capo d’abbigliamento di un marchio conosciuto.

In caso di dubbio, è possibile segnalare il sito in questione a fedpol utilizzando l’apposito modulo di comunicazione. I nostri specialisti eseguiranno le verifiche del caso. Qualora si trattasse di un falso negozio online, fedpol potrà intraprendere i passi necessari per bloccare il sito Internet.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 14.12.2016