P2P Scan – il programma di Action Innocence al servizio di fedpol

Parole chiave: Cibercriminalità | Pornografia

Informazioni, fedpol, 28.11.2016

Berna. Nel 2015, durante l'operazione Daylight condotta da Europol sono state identificate 600 persone che avevano diffuso materiale pedopornografico. Grazie al programma P2P Scan di Action Innocence, messo a disposizione di fedpol, nel corso dell'operazione sono state arrestate 75 persone in Europa.

Il programma P2P Scan sviluppato dall'associazione Action Innocence consente di contrastare con efficacia la pedocriminalità su Internet. Già da alcuni anni le autorità di polizia possono usufruire del programma P2P Scan.

Questo strumento informatico permette di analizzare le reti P2P affinché le autorità di perseguimento penale possano identificare gli utenti che scaricano e condividono contenuti pedopornografici.

Arresti previsti

Le informazioni inviate a Europol, partner strategico di fedpol, costituiscono il punto di partenza di un'azione congiunta condotta da Europol in 28 Paesi europei. L'operazione Daylight è stata pianificata ed eseguita nell'ambito di EMPACT (European Multidisciplinary Platform against Criminal Threats), la piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali, e ha permesso ai servizi di polizia dei Paesi coinvolti di avviare procedure d'indagine, alcune delle quali si sono già concluse portando all'arresto di 75 persone. Altre procedure d'indagine sono ancora in corso e potrebbero condurre a ulteriori arresti.

Collaborazione fondamentale

Per fedpol, la collaborazione con Action Innocence nell'ambito della lotta contro la pedocriminalità su Internet è di fondamentale importanza. Le reti P2P continuano a essere una fonte primaria per i pedocriminali alla ricerca di materiale su Internet contenente immagini di sfruttamento sessuale di minori.

Le denunce scaturite da tali ricerche permettono di perquisire il domicilio del sospettato e in seguito di interrogarlo. P2P Scan non consente soltanto di individuare le immagini e la persona che le ha diffuse, bensì aiuta anche le autorità di perseguimento penale ad arrestare gli autori degli abusi fino ad allora sconosciuti ai servizi di polizia.

Riconoscimento da parte dei partner

P2P Scan è stato sviluppato in Svizzera da un'organizzazione non governativa ed è gestito sui server di quest'ultima. La qualità dei dossier generati dal programma è riconosciuta dai partner di fedpol in Svizzera e all'estero. Negli ultimi anni, le polizie cantonali hanno effettuato perquisizioni domiciliari correlate a tutti i dossier prodotti da fedpol grazie al programma P2P Scan. Nel 2016 nel 100 per cento dei casi è stato rinvenuto del materiale pedopornografico (2014: 94 %; 2015: 92 %).

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 28.11.2016

Contatto

Comunicazione
T
+41 58 463 13 10
Contatto