fedpol mette in guardia gli utenti da falsi messaggi

Avvertimenti, fedpol, 29.06.2016

fedpol mette in guardia gli utenti da falsi messaggi di posta elettronica attualmente in circolazione. I truffatori esigono il pagamento di una presunta fattura a nome di un’azienda realmente esistente. In realtà il documento allegato all’e-mail contiene un malware in grado di infettare il computer.

Numerosi utenti hanno segnalato la ricezione di e-mail sospette contenenti allegati provenienti da mittenti sconosciuti. Nel messaggio viene chiesto all’utente di pagare una fattura in sospeso. Il contenuto dell’e-mail, così come il nome dell’azienda e la somma di denaro richiesta possono essere diversi da caso a caso, ma la procedura è sempre la medesima: i truffatori usurpano il nome di un’azienda realmente esistente, inclusi i recapiti, e inviano e-mail cui allegano un documento in formato .doc contenente in realtà un malware in grado di infettare il computer.

fedpol consiglia agli utenti di Internet di cancellare l’e-mail in questione e di non aprire in nessun caso il documento in allegato. Di norma si raccomanda di:

  1. diffidare dai messaggi di posta elettronica inviati da mittenti sconosciuti e di non aprire i file allegati;
     
  2. effettuare regolarmente una copia di sicurezza dei dati e di proteggere il proprio computer tenendo aggiornati il sistema operativo, i programmi installati, il browser e l’anti-virus;
     
  3. sporgere denuncia presso il posto di polizia più vicino se il documento in allegato è stato aperto e ha causato dei danni al computer. In tal caso si consiglia di far controllare il PC.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 29.06.2016