Un nuovo servizio per migliorare la protezione dei testimoni

Berna. In futuro i testimoni vittime di minacce che sono disposti a collaborare in un procedimento penale federale o cantonale riceveranno una migliore protezione in Svizzera . A tal fine il nuovo Servizio nazionale di protezione dei testimoni dell’Ufficio federale di polizia (fedpol) eseguirà dal 2013 appositi programmi di protezione. I testimoni saranno così protetti anche al di fuori degli atti procedurali veri e propri e dopo la conclusione del procedimento.

Mercoledì il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione relativa all’avamprogetto di ordinanza sulla protezione extraprocessuale dei testimoni e ha approvato l’ordinanza. Tutti i Cantoni si sono espressi a favore dei punti essenziali del progetto. Il Consiglio federale pone in vigore la legge sulla protezione extraprocessuale dei testimoni e la relativa ordinanza il 1° gennaio 2013 come previsto.

In parallelo la Svizzera ratifica la Convenzione del Consiglio d’Europa contro la tratta di esseri umani. La Convenzione è stata firmata dalla Svizzera nel 2008 e approvata dal Parlamento alla fine del 2011. Il suo obiettivo è di lottare, su scala nazionale e internazionale, contro la tratta di esseri umani in tutte le sue forme. La Svizzera adempie già gran parte dei requisiti obbligatori posti dalla Convenzione. L’entrata in vigore della nuova legislazione in materia di protezione extraprocessuale dei testimoni consentirà di colmare anche l’ultima lacuna rimasta.

Annuncio alle redazioni: il 28 novembre dalle 09.00 alle 11.00, fedpol organizza a Berna una mattinata informativa sulla "Protezione extraprocessuale dei testimoni" destinata ai media interessati. Seguono l’invito e i dettagli.

Ultima modifica 07.11.2012

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di polizia
Guisanplatz 1A
CH-3003 Berna
T +41 58 463 13 10

Stampare contatto

https://www.fedpol.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2012/2012-11-072.html