Il Consiglio federale approva la revisione dell’ordinanza sulle armi

Berna. Oggi il Consiglio federale ha approvato una revisione dell’ordinanza sulle armi. In sintonia con lo sviluppo del diritto di Schengen, sono adeguate in modo mirato alcune disposizioni dell’ordinanza sulle armi. Tali adeguamenti entrano in vigore il 28 luglio 2010 unitamente alle disposizioni della legge sulle armi approvate dal Parlamento l’11 dicembre 2009.

La legislazione in materia di armi è modificata in particolare nei punti seguenti.

  • La nuova versione della legge sulle armi stabilisce che le informazioni registrate nei sistemi d’informazione cantonali relativi all’acquisizione di armi da fuoco devono essere conservate per almeno 30 anni. Essa sancisce inoltre che, per eseguire i loro compiti legali, le autorità giudiziarie e di polizia della Confederazione e dei Cantoni devono poter accedere a tali sistemi.
  • Il periodo di conservazione presso i Cantoni dei registri contenenti informazioni sulle armi è esteso a 20 anni.
  • I commercianti d’armi devono inoltre tenere una contabilità anche in merito alle riparazioni eseguite per rimettere in funzione le armi da fuoco.
  • Le unità elementari d’imballaggio delle munizioni sono ora soggette all’obbligo di contrassegno.

Documenti

Ultima modifica 04.06.2010

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di polizia
Comunicazione
Guisanplatz 1A
CH-3003 Berna
T +41 58 463 13 10
MM fedpol

Stampare contatto

https://www.fedpol.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2010/2010-06-042.html