Acquisto di armi

Per acquisto ai sensi della legge sulle armi s’intendono – oltre alla compravendita – la permuta, la donazione, la successione ereditaria, la locazione e il comodato. A seconda dell’arma in questione, la legge stabilisce procedure di acquisto diverse: per le armi soggette all’obbligo di dichiarazione occorre un contratto scritto, per le armi soggette all’obbligo di autorizzazione occorre un permesso d’acquisto di armi e per le armi vietate occorre un’autorizzazione eccezionale.

Panoramica delle procedure di acquisto:

Armi

Armi soggette all’obbligo di dichiarazione
  • Carabine a ripetizione e da caccia, fucili da caccia a colpo singolo o a più canne, carabine a ripetizione portatili (fucili da sport);
  • carabine a ripetizione d’ordinanza, come i moschetti 11 e 31 e la carabina 11;
  • pistole per uccisione conigli a colpo singolo (nella legge denominate «armi tipo Flobert»);
  • armi soft air;
  • pistole d’allarme, scacciacani;
  • imitazioni di armi;
  • armi paintball;
  • repliche di armi ad avancarica e a colpo singolo;
  • armi ad aria compressa o a CO2.
Armi soggette all’obbligo di autorizzazione
  • Pistole;
  • rivoltelle;
  • carabine a canna rigata e semiautomatiche;
  • carabine a ripetizione con leva guardamano (lever action);
  • fucili con sistema di ripetizione a pompa (pump action);
  • carabine a ripetizione d’ordinanza straniere, vietate per il tiro fuori servizio;
  • fucili semiautomatici a canna liscia;
  • fucili semiautomatici p. es. i fucili d’assalto PE 90, PE 57.
Armi vietate
  • Dispositivi concepiti per ferire le persone (manganelli flessibili, stelle da lancio, tirapugni, fionde dotate di sostegno per il braccio);
  • armi che simulano oggetti d’uso corrente (accendino con coltello, telefono cellulare dotato di dispositivo che produce elettrochoc ecc.);
  • armi da fuoco per il tiro a raffica;
  • armi da fuoco per il tiro a raffica modificate in armi da fuoco semiautomatiche (eccettuate le armi da fuoco d’ordinanza svizzere per il tiro a raffica modificate in armi da fuoco semiautomatiche);
  • lanciarazzi anticarro;
  • mitragliatrici pesanti;
  • laser e dispositivi di puntamento notturno, silenziatori e lanciagranate quali parti supplementari di un’arma da fuoco;
  • dispositivi che producono elettrochoc e che riducono la capacità di resistenza delle persone o possono nuocere in modo durevole alla salute;
  • coltelli la cui lama può essere liberata con un meccanismo automatico di apertura, azionabile con una sola mano;
  • coltelli a farfalla;
  • coltelli da lancio;
  • pugnali a lama simmetrica.

Procedura

Armi soggette all’obbligo di dichiarazione

Sia nell’ambito commerciale sia tra privati, l’acquisto di armi e parti essenziali di armi soggette all’obbligo di dichiarazione presuppone la stipulazione di un contratto scritto.
Il contratto deve contenere le indicazioni seguenti:

  • dati sull’alienante;
  • dati sull’acquirente;
  • descrizione dell’arma.
Armi soggette all’obbligo di autorizzazione

Sia nell’ambito commerciale sia tra privati, l’acquisto di armi e parti essenziali di armi soggette all’obbligo di autorizzazione è consentita soltanto con un permesso d’acquisto di armi.
Il modulo compilato va presentato all’ufficio delle armi cantonale corredato di:

  • estratto del casellario giudiziale svizzero (rilasciato al massimo 3 mesi prima);
  • copia del passaporto valido o della carta d’identità valida.
Armi vietate

L’acquisto di armi vietate, loro parti essenziali e appositamente costruite nonché accessori di armi avviene mediante un’autorizzazione cantonale eccezionale.
La domanda va motivata per iscritto e spedita all’ufficio delle armi cantonale.
Può essere rilasciata un’autorizzazione in particolare per:

  • le armi da sport utilizzate da società sportive;
  • i coltelli vietati utilizzati da invalidi o da determinate categorie professionali

Particolarità
Armi soggette all’obbligo di dichiarazione
In caso di acquisto di un’arma da fuoco (quindi non armi soft air, paintball, CO2 o ad aria compressa), l’alienante deve spedire all’ufficio delle armi cantonali una copia del contratto entro 30 giorni dalla sua stipulazione.