Domande di asilo in Ticino: task force congiunta di Cantone e DFGP

Comunicati, DFGP, 07.10.2011

Berna. Una task force congiunta del Governo ticinese e del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) si dedica al problema della sistemazione dei richiedenti l'asilo nel Canton Ticino. Costituita dal capo del DFGP Simonetta Sommaruga e dal Consiglio di Stato ticinese, la task force è chiamata a proporre migliorie concrete entro la fine di aprile 2012.

La task force è composta da tre rappresentanti dell'Ufficio federale della migrazione (UFM), due del Dipartimento delle istituzioni del Cantone Ticino e due del Dipartimento della sanità e della socialità del Cantone e sarà presieduta congiuntamente dal consigliere di Stato Paolo Beltraminelli e dalla vicedirettrice dell'UFM Eveline Gugger Bruckdorfer.

L’incarico consiste nel migliorare l’efficacia della capacità ricettiva della Confederazione nel Cantone Ticino, allo scopo di ridurre il numero dei richiedenti l’asilo attribuiti ai Cantoni e di agevolare l’esecuzione dei rinvii direttamente dal Centro di registrazione e procedura (CRP). Dovrà altresì valutare la necessità di alloggi collettivi supplementari, ricercare possibili strutture o siti e valutarne la fattibilità.

Procederà a esaminare le misure già adottate dall’UFM, dalle autorità cantonali e dal Comune di Chiasso nel rispetto dell’ordine pubblico e in rapporto alla sicurezza del territorio, al fine di proporre progetti a breve e lungo termine, anche in merito a programmi occupazionali.

La task force allestirà un rapporto contenente proposte concrete da sottoporre al Capo del DFGP e al Consiglio di Stato ticinese al più tardi il 30 aprile 2012.