Ottimizzare la procedura di mediazione

Comunicati, Il Consiglio federale, 20.04.2011

Berna. Il Consiglio federale intende ottimizzare la procedura di mediazione intervenendo sul rifiuto o sulla limitazione dell’accesso a documenti ufficiali. Mercoledì ha predisposto per il 1° luglio 2011 l’entrata in vigore delle corrispondenti modifiche dell’ordinanza relativa alla legge sulla trasparenza.

Se un’autorità federale nega, anche solo parzialmente, l’accesso a documenti ufficiali, il richiedente può presentare una domanda di mediazione all’Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT). In base al diritto vigente, entro 30 giorni l’IFPDT deve trovare un accordo oppure emanare una raccomandazione. In determinati casi, ossia per domande di mediazione che comportano una documentazione particolarmente voluminosa o complessa oppure sollevano questioni giuridiche, tecniche o politiche particolarmente ardue, questo termine si è rivelato troppo breve; in futuro sarà pertanto possibile concedere una proroga ragionevole. Queste novità saranno introdotte con la prossima revisione della legge federale sul principio di trasparenza dell’amministrazione (Legge sulla trasparenza, LTras). Ora l’ordinanza sancisce anche l’obbligo delle parti a collaborare alla procedura di mediazione.

Contatto / informazioni
Dieter Biedermann, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 47 50, Contatto
Dipartimento responsabile
Dipartimento federale di giustizia e polizia, Contatto