Garanzia federale alle costituzioni rivedute di nove Cantoni

Il Consiglio federale adotta il messaggio

Comunicati, Il Consiglio federale, 20.04.2011

Berna. Il Consiglio federale propone al Parlamento di conferire la garanzia federale alle costituzioni rivedute dei Cantoni di Zurigo, Uri, Obvaldo, Glarona, Soletta, Appenzello Esterno, Argovia, Neuchâtel e Ginevra. Tutti i disposti modificati sono conformi al diritto federale.

Le modifiche apportate vertono su quanto segue:

Cantone di Zurigo:
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri

Cantone di Uri:
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri

Cantone di Obvaldo:
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri

Cantone di Glarona:
– Introduzione del principio della maggioranza per le associazioni intercantonali
– Trasferimento dell’alta vigilanza sull’assicurazione cose cantonale al Consiglio di Stato
– Perequazione finanziaria e ripartizione delle competenze tra Cantone e Comuni
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri

Cantone di Soletta:
– Modifica della costituzione federale in seguito all’adesione al concordato HarmoS
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri

Cantone di Appenzello Esterno:
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri e incompatibilità

Cantone di Argovia:
– Adeguamento ai nuovi codici di procedura civile e penale svizzeri e definizione della lingua ufficiale

Cantone di Neuchâtel:
– Introduzione del sistema proporzionale per l’elezione della deputazione al Consiglio degli Stati

Cantone di Ginevra:
– Assoggettamento della segreteria generale del consiglio costituzionale al controllo del Corte dei conti
– Deroga al principio dell’elezione popolare dei magistrati del potere giudiziario e revoca del tribunale dei conflitti in materia di competenza

Contatto / informazioni
Reto Brand, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 87 01, Contatto
Dipartimento responsabile
Dipartimento federale di giustizia e polizia, Contatto