Garantire la certezza del diritto nel commercio internazionale di titoli

Conferenza adotta la Convenzione Unidroit sui titoli

Comunicati, DFGP, 15.10.2009

Berna. Le disposizioni giuridiche concernenti la custodia di titoli da parte di intermediari finanziari devono essere unificate, in modo da garantire la certezza del diritto nei rapporti transfrontalieri in materia di custodia. Questo è l’obiettivo perseguito dalla Convenzione Unidroit sui titoli, che è stata adottata il 9 ottobre 2009 da una conferenza diplomatica convocata a Ginevra su invito della Svizzera.

Sui mercati moderni, i titoli sono per lo più detenuti presso un intermediario per conto del proprietario (banche e camere di compensazione in particolare). A tale scopo, gli intermediari gestiscono dei conti tramite i quali i singoli titoli sono attribuiti agli investitori. Lo statuto giuridico di tali conti cambia tuttavia da Stato a Stato. Una grande incertezza regna in particolar modo attorno alla questione di sapere chi ha quale diritto. L’eliminazione di questa confusione riveste un’importanza capitale, poiché il grado di sicurezza di un sistema di clearing di titoli o di regolamento dei conti dipende essenzialmente dalle condizioni giuridiche quadro.

Per migliorare l’interazione delle legislazioni nazionali in questo ambito, l’Istituto internazionale per l’unificazione del diritto privato (Unidroit) a Roma ha elaborato, grazie anche al determinante apporto di esperti svizzeri, un progetto di convenzione sull’armonizzazione delle prescrizioni materiali concernenti i titoli detenuti presso un intermediario. Tale progetto ha potuto essere portato a termine e adottato in occasione di una conferenza diplomatica svoltasi in due fasi, nel 2008 e 2009, a Ginevra. La Convenzione Unidroit entrerà in vigore dopo la ratifica da parte di tre Stati, con la denominazione abbreviata di Convenzione di Ginevra sui titoli.

Contatto / informazioni
Thomas Mayer, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 323 06 68, Contatto