Il consigliere federale Blocher a Weimar per l'incontro dei ministri dell'interno

Comunicati, DFGP, 04.09.2007

Berna. Il consigliere federale Christoph Blocher, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha partecipato a un incontro di due giorni a Weimar tra i ministri dell'interno di Germania e Austria e la ministra degli esteri del Principato del Liechtenstein. L'incontro verteva su temi relativi alla politica di sicurezza quali misure di lotta al terrorismo e alla criminalità transfrontaliera.

Il consigliere federale Christoph Blocher, il ministro dell'interno tedesco Wolfgang Schäuble, il ministro dell'interno austriaco Günther Platter nonché la ministra degli esteri del Principato del Liechtenstein Rita Kieber-Beck hanno discusso della cooperazione in materia di sicurezza tra gli Stati limitrofi.

Il consigliere federale Blocher e il ministro Platter hanno firmato a Weimar un accordo concernente una procedura d'entrata semplificata in vista di EURO 08. Secondo la legislazione attuale, i visitatori e i partecipanti soggiacenti all'obbligo del visto desiderosi di recarsi in Svizzera e in Austria sono tenuti a richiedere un visto sia per la Svizzera (compreso il Principato del Liechtenstein) sia per l'Austria. Per la durata dei campionati europei di calcio del 2008 una persona soggiacente all'obbligo del visto necessita ora soltanto di un visto rilasciato dall'Austria in vista di EURO 08 che gli consentirà di entrare in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein. Questi visti saranno però riconosciuti dalla Svizzera soltanto se da un controllo dei registri degli stranieri, di ricerca e di procedura d'asilo risulta che sia per la Svizzera sia per il Principato del Liechtenstein non figuri alcun motivo di allontanamento. Sulla base di questo controllo i rispettivi visti saranno contrassegnati con la menzione EURO 08. Sono validi per l'entrata in Svizzera soltanto i visti Schengen sui quali figura tale menzione.

I ministri dell'interno si sono anche scambiati le esperienze maturate nell'ambito dell'integrazione e, in tale contesto, hanno discusso le principali sfide. Il capo del DFGP ha informato i suoi colleghi ministri che il Consiglio federale, in data 22 agosto 2007, ha varato un rapporto esaustivo sulla promozione dell'integrazione con relativo pacchetto di misure. Il consigliere federale Blocher ha rilevato come le conoscenze di una lingua nazionale e l'accesso a un'attività lucrativa siano condizioni essenziali per un'integrazione riuscita.

Il consigliere federale Blocher ha inoltre informato i suoi omologhi sull'intento del Consiglio federale di attuare quanto prima gli accordi Schengen/Dublino. La decisione del Consiglio federale del mese di maggio 2007 di partecipare alla soluzione transitoria del Sistema d'informazione Schengen (SISone4all) s'inscrive in tale obiettivo. I ministri hanno discusso anche dell'Accordo di Prüm (scambio transfrontaliero e confronto del DNA, delle impronte digitali e dei dati relativi a detentori) firmato da Germania e Austria. L'Ufficio federale di polizia esamina se e in che forma sia sensato partecipare a tale accordo.

L'incontro tra i ministri di Germania, Austria, Principato del Liechtenstein e Svizzera ricorre ogni anno. In prima linea serve per discutere i temi inerenti alla politica di sicurezza. Secondo il principio di alternanza, toccherà alla Svizzera organizzare il prossimo incontro.

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto