Tutelare efficacemente gli acquirenti di diritti di godimento a tempo parziale di beni immobili

Il Consiglio federale è sostanzialmente favorevole alla revisione di legge

Comunicati, DFGP, 01.03.2006

Berna, 01.03.2006. Il Consiglio federale accoglie favorevolmente una protezione efficace degli acquirenti di diritti di godimento a tempo parziale di beni immobili. Questo è quanto emerge dal suo parere in merito a un progetto della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale. Nel contempo sottopone alla Commissione una serie di proposte di modifica.

Il diritto di godimento a tempo parziale di un bene immobile è l’uso che un individuo fa di un bene immobile ogni anno durante un periodo determinato. Questa forma di contratto consente a più persone di utilizzare lo stesso immobile a fasi alterne. Secondo il progetto della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale, gli acquirenti di diritti di godimento a tempo parziale di beni immobili dovrebbero essere maggiormente tutelati dagli abusi, in particolare mediante estesi obblighi di informazione dell’offerente e un diritto di revoca di
10 giorni.

Limitare il campo d’applicazione

Il Consiglio federale approva in linea di principio la revisione del Codice delle obbligazioni proposta, ma raccomanda di limitare il campo d’applicazione del progetto. Le nuove disposizioni si applicano esclusivamente ai contratti della durata minima di tre anni. Inoltre esse non valgono né per i consumatori che alienano tra di loro diritti di godimento a tempo parziale di beni immobili né tanto meno per i contratti di mediazione.

Il Consiglio federale ritiene inoltre superfluo prevedere un diritto di revoca nel caso di contratti stesi in forma autentica: è compito del pubblico ufficiale informare compiutamente l’acquirente sulla portata del negozio e impedire in tal modo la stipulazione di un contratto svantaggioso. Infine il Consiglio federale chiede di rinunciare al proposto completamento della legge federale contro la concorrenza sleale (LCSl). Le disposizioni della LCSl offrono già una solida base contro qualsiasi modo d’agire sleale.

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 77 88, Contatto