La Confederazione aiuta Ginevra a proteggere le rappresentanze estere e le organizzazioni internazionali

Comunicati, DFGP, 24.10.2001

Mercoledì, il Consiglio federale ha deciso di accogliere la domanda del Governo ginevrino riguardo al sostegno da parte di 50 membri del Corpo della guardia di fortificazione (CGF) nell'ambito delle misure di protezione a favore delle rappresentanze diplomatiche estere e delle organizzazioni internazionali. Da subito e fino a metà novembre saranno a disposizione del Canton Ginevra - per sgravare le proprie forze di polizia - 30 membri del CGF e a partire dal 1° novembre 50.

Il Consiglio di Stato ginevrino ha motivato la sua richiesta del 12 ottobre 2001 con il fatto che la polizia cantonale non disponeva dei mezzi necessari per garantire a lunga scadenza l'ampio dispositivo ordinato dalla Confederazione per proteggere le rappresentanze diplomatiche estere e le organizzazioni internazionali.

Considerati gli impegni di protezione di diritto internazionale pubblico e la situazione relativa al personale e ai compiti delle forze di polizia ginevrine, il Consiglio federale ritiene giustificato accogliere la richiesta onde garantire la sicurezza delle numerose rappresentanze straniere e organizzazioni internazionali con sede a Ginevra.

Dopo gli attentati terroristici di Nuova York e Washington, il Servizio federale di sicurezza aveva aumentato le misure di sicurezza per tutte le rappresentanze diplomatiche degli Stati Uniti in Svizzera e le aveva incentivate con l'inizio degli attacchi militari contro l'Afganistan. Altri Paesi furono poi inclusi nel dispositivo di sicurezza. Le misure di protezione sono attuate in primo luogo dai corpi di polizia del Canton Ginevra e della Città di Berna.

Berna, 24 ottobre 2001

Contatto / informazioni
Comunicazione e media fedpol, T +41 58 463 13 10, Contatto