Ufficio federale di polizia

Arrestato un funzionario del DDPS

(Polizia federale/Ministero pubblico)

Comunicati, fedpol, 16.09.2000

Uno dei sostituti del giudice istruttore federale per la Svizzera tedesca ha confermato l'arresto avvenuto nell'ambito della procedura d'inchiesta contro un funzionario del DDPS e altre persone

L'11 settembre 2000 il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto una procedura di polizia giudiziaria in seguito a sospetto di infedeltà nella gestione pubblica, frode e corruzione contro un funzionario dell'Ufficio federale del materiale dell'esercito e delle costruzioni (UFMC), che fa parte dell'aggruppamento dell'armamento, nonché contro due altre persone estranee all'amministrazione federale.

Il funzionario incolpato è responsabile della manutenzione e del risanamento delle costruzioni federali in una regione della Svizzera tedesca. Nell'ambito della sua funzione si occupava essenzialmente della pianificazione, della presentazione di offerte e dell'assegnazione di mandati di costruzione e di risanamento ad aziende private. E' sospettato, unitamente a altre persone, di avere commesso irregolarità rilevanti dal punto di vista penale. In considerazione delle indagini in corso, per ora non possono essere rilasciate informazioni più dettagliate in merito alla fattispecie. In special modo non possono essere fornite indicazioni sulla presunta somma derivante da atti illeciti.

In collaborazione con la Polizia federale e i competenti Corpi di polizia dei Cantoni di Zurigo e Argovia, il Ministero pubblico della Confederazione ha interrogato finora più persone e ha svolto diverse perquisizioni domiciliari presso ditte e privati.

Il Procuratore generale della Confederazione ha provveduto all'arresto del funzionario in questione nonché di un'altra persona. Giovedì sera un sostituto del giudice istruttore federale per la Svizzera tedesca, adito per l'esame dell'arresto, ha confermato l'ordine d'arresto.

Non appena lo stato dell'inchiesta lo permetterà, l'opinione pubblica sarà informata nella forma appropriata sugli sviluppi dell'inchiesta penale.

Contatto / informazioni
Comunicazione e media fedpol, T +41 58 463 13 10, Contatto