La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold a Londra, alla Conferenza dei ministri europei di giustizia

Comunicati, DFGP, 09.06.2000

La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold è favorevole alle misure propugnate dai suoi colleghi europei per rafforzare l'efficacia della giustizia, in particolare diminuendo la durata delle procedure. L'ha detto alla Conferenza dei ministri europei della giustizia che si è svolta a Londra l'8 e il 9 giugno.

Al termine dei lavori durati due giorni i ministri europei di giustizia hanno votato una risoluzione che fornirà i necessari impulsi al Consiglio d'Europa per portare a termine i lavori volti a rafforzare l'efficacia della giustizia in seno ai 41 Stati membri dell'Organizzazione di Strasburgo. La consigliera federale Metzler ha dal canto suo evidenziato le proposte contenute nel disegno di revisione dell'organizzazione giudiziaria. Questo progetto comprende la revisione totale della legge sull'organizzazione nonché una nuova legge sulle autorità giudiziarie inferiori federali del Tribunale federale (tribunale penale federale e tribunale amministrativo federale). La revisione intende sgravare il Tribunale federale. I ministri hanno pure discusso dei vantaggi che le nuove tecnologie possono offrire per migliorare il funzionamento dei tribunali.

I ministri hanno anche approvato una risoluzione avente lo scopo di favorire le attività del Consiglio d'Europa nell'ambito del patto di stabilità per l'Europa sud-orientale. Si tratta in particolare dei settori della riforma dei sistemi giudiziari e della lotta contro la criminalità organizzata e la corruzione.

La consigliera federale Metzler ha colto l'occasione di questa conferenza per incontri bilaterali coi suoi colleghi europei di giustizia. Era accompagnata, tra gli altri, da Monika Dusong, consigliera di Stato neocastellana, membro della Conferenza dei capi dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia.

Berna, 9 giugno 2000