"Deve ripartire chiunque non abbia bisogno della nostra protezione"

Interviste, DFGP, 05.10.2011. Illustré, Yan Pauchard

Illustré: "Prima socialista a capo del Dipartimento di giustizia e polizia, la consigliera federale lotta per una politica della migrazione più efficace e al contempo più umana."

Palazzo federale Ovest. Sono le quattro del pomeriggio. Berna è inondata di luce autunnale. Simonetta Sommaruga si scusa del caldo che regna nel suo ufficio, propone un bicchiere d’acqua prima di iniziare il colloquio. Un’intervista in programma da tempo, ma che alla fine capita nel momento giusto. La settimana è all’insegna della sessione straordinaria del Consiglio nazionale, dedicata all’asilo e all’immigrazione. L’argomento è delicato in questo periodo preelettorale, la Consigliera federale socialista ne è ben conscia: qualche giorno prima aveva annunciato quattro misure tese ad accelerare le procedure di asilo; a metà settembre si era recata a Bienne per assistere alla proiezione di «Vol spécial» di Fernand Melgar prima che scoppiasse una polemica in seguito alla presenza, nel lungometraggio, di uno spacciatore recidivo.

Questo documento non è disponibile in italiano. Vogliate consultare la versione francese.