Strategia integrata globale di gestione delle frontiere a livello svizzero (IBM)

Con decisione del 2 febbraio 2011 il Consiglio federale ha istituito un gruppo strategico interdipartimentale interno all'amministrazione cui sono associati anche i Cantoni. Il gruppo è incaricato di elaborare una strategia integrata globale di gestione delle frontiere a livello svizzero. Il Consiglio federale attua così una raccomandazione emanante dalla valutazione delle frontiere esterne svizzere svolta immediatamente prima dell'attuazione operativa dell'associazione a Schengen.

Il 1° giugno 2012 il Consiglio federale ha preso atto della strategia integrata per la gestione dei confini, elaborata congiuntamente dalla Confederazione e dai Cantoni per riunire in un unico strumento tutte le attività istituzionali finalizzate a combattere la migrazione illegale, il traffico di migranti e la criminalità transfrontaliera, garantendo al contempo il buon funzionamento dell’immigrazione legale. Un gruppo di lavoro elaborerà ora un piano d’azione con misure concrete.

La migrazione illegale, il traffico di migranti e la criminalità transfrontaliera costituiscono sfide importanti per le autorità federali e cantonali. La lotta efficace a tali fenomeni richiede una stretta cooperazione e coordinazione che esula dalle rispettive aree di competenza. La strategia integrata permette alle varie autorità federali e cantonali di intensificare la loro collaborazione, con il risultato di accrescere la sicurezza interna, impiegare le risorse disponibili in modo più efficiente e mirato e accorciare i tempi di reazione.

La strategia pone l’accento sul perfezionamento dello scambio d’informazioni, sull’analisi della situazione e sul lavoro di ottimizzazione e armonizzazione della formazione, dell’attrezzatura e delle infrastrutture. Potenzia inoltre la cooperazione su scala internazionale e con organizzazioni non governative.

Per attuare la strategia, il Consiglio federale ha istituito un gruppo di lavoro incaricato di elaborare un piano d’azione che definisca e coordini le misure delle autorità federali e cantonali coinvolte. Dopo la presa d’atto del piano d’azione da parte della Confederazione e dei Cantoni, nel novembre 2014 è prevista la firma di una convenzione quadro tra il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) e la Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP). L’obiettivo è di sottolineare la volontà comune di attuare celermente il piano d‘azione.

 
 
Modello a quattro filtri